Notizie

23 Giugno 2020
Comunicazione al Consiglio Nazionale - Fondi Contrattuali

Roma, 23 giugno 2020

Pubblichiamo di seguito alcuni pareri sulla questione “Fondi contrattuali” che il nostro consulente ha sempre fornito telefonicamente e “per tabulas“ ai segretari regionali e agli iscritti.

Si tratta, ovviamente, di annotazioni sintetiche che, laddove non soddisfino dubbi e perplessità, possono essere integrate attraverso il contatto diretto con la segreteria nazionale.

Ci preme sottolineare, a questo proposito, la circostanza che la Segreteria nazionale non ha fatto mai mancare il proprio supporto di indicazioni e notizie anche durante il periodo di blocco delle attività. Pertanto appaiono ingenerosi quanto sorprendenti alcuni rilievi (pochissimi in verità) circa l’intempestività delle risposte sui quesiti posti, essenzialmente, sulle problematiche “fondi contrattuali”.


Roberta Di Turi (Segretario Generale)

Giangiuseppe Console (Presidente Nazionale)


FONDO PER LA RETRIBUZIONE DI RISULTATO

Il "Fondo per la retribuzione di risultato" è regolamentato dall'art. 95 del Ccnl del 19/12/2020.

In esso, a partire dall'1/1/2020, confluiscono, in un unico importo, le risorse degli omologhi fondi determinati per l'anno 2019 dalla Asl e certificati dal Collegio Sindacale.

Per i dirigenti medici, veterinari e delle professioni sanitarie, l'individuazione dell'ammontare del fondi del 2019 non pone alcun problema, essendo fondi specifici già separati.

Cosa diversa è per la dirigenza sanitaria (biologi, chimici, farmacisti, fisici, psicologi) in quanto il fondo era comune con i dirigenti PTA. Per cui, preliminarmente è necessario procedere alla separazione tra le risorse destinate ai dirigenti PTA e quelle destinate ai dirigenti Sanitari. Salvo che le risorse non siano, nel tempo, già tenute con evidenza separata. Le risorse per i dirigenti sanitari (enucleate dal fondo della dirigenza SPTA) confluiranno nel nuovo fondo per la retribuzione di risultato.

Individuate le risorse (medici e veterinari - dirigenti sanitari - dirigenti delle professioni sanitarie), a partire dall'1/1/2020 e fino all'anno di entrata in vigore del prossimo Ccnl 2019/2021 (attualmente in "mens dei"), le risorse individuate per le singole categorie di dirigenti debbono essere destinate a ciascuna di esse in misura proporzionalmente non inferiore a quelle risultanti nel 2019 (art. 95, comma 11).

Importante tenere conto del fatto che eventuali residui (confluiti nel nuovo fondo) derivanti dal mancato loro utilizzo negli anni precedenti, sono utilizzati nel 2019 a beneficio delle medesime categorie di dirigenti che erano destinatarie dei fondi pregressi (art. 95, comma 12).

FONDO PER LA RETRIBUZIONE DEGLI INCARICHI

L'art. 94 del Ccnl del 19/12/2020, contiene la regolamentazione relativa al "Fondo per la retribuzione degli incarichi"; esso è istituito a partire dall'1 gennaio 2020 e le risorse in esso contenute sono utilizzate anche per la corresponsione della retribuzione di posizione.

Il fondo è unico per tutta la dirigenza sanitaria in ogni azienda o ente del SSN (medici, veterinari, biologi, chimici, farmacisti, fisici, psicologi e dirigenti delle professioni sanitarie).

In esso confluiscono le risorse, come certificate dal Collegio Sindacale, relative al 2019, provenienti dai fondi (che per semplicità di esposizione indico come fondi per la posizione) delle categorie di dirigenti elencate nel precedente periodo. Tali fondi sono anche incrementati dalle risorse previste dai commi da 3 a 7 del precitato art. 94.

RISORSE INCENTIVANTI

Art. 1 del d.l. n. 18 del 17/3/2020 conv. con legge 24/4/2020 n. 27, come modificato dall’art. 2, comma 6, del d.l. n. 34 del 19/5/2020.

Le modificazioni sono sottolineate.

1 - Per l’anno 2020 allo scopo di incrementare le risorse da destinare prioritariamente alla remunerazione delle prestazioni correlate alle particolari condizioni di lavoro del personale dipendente delle aziende e degli enti del Servizio sanitario nazionale direttamente impiegato nelle attività di contrasto alla emergenza epidemiologica determinata dal diffondersi del Covid-19, i fondi contrattuali per le condizioni di lavoro della dirigenza medica e sanitaria dell’area della sanità e i fondi contrattuali per le condizioni di lavoro e incarichi del personale del comparto sanità nonché, per la parte restante, i relativi fondi incentivanti sono complessivamente incrementati, per ogni regione e provincia autonoma, in deroga all’articolo 23, comma 2 del decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 75 e ai vincoli previsti dalla legislazione vigente in materia di spesa di personale, dell’importo indicato per ciascuna di esse nella tabella 4 allegata al presente decreto.

2 – Tali importi possono essere incrementati, fino al doppio degli stessi, dalle regioni e dalle province autonome, con proprie risorse disponibili a legislazione vigente, fermo restando l’equilibrio economico del sistema sanitario della regione e della provincia autonoma, per la remunerazione delle prestazioni di cui al

DETERMINAZIONE FONDI

Come noto, per procedere alla determinazione dei fondi in attuazione del ccnl 19/12/2020, SI DEVE preliminarmente procedere alla individuazione e determinazione dei fondi dell’anno 2019; tali fondi devono essere controllati e certificati dal Collegio Sindacale.

Trattasi, sostanzialmente di una operazione di ricognizione dei fondi dei medici e dei veterinari, dei dirigenti sanitari (biologi, chimici, farmacisti, fisici, psicologi), dei dirigenti delle professioni sanitarie, il cui ammontare è già noto e deliberato.

Considerato che i fondi della ex Area III riguardavano tutta la dirigenza SPTA, da un punto di vista logico e procedurale l’Amministrazione deve provvedere dapprima alla ricognizione ed alla enucleazione dei fondi della dirigenza PTA. I fondi per la “posizione” della dirigenza “S” e di quella PTA, sono già separati; per il fondo del “risultato”, ove non sia già stata tenuta evidenza delle risorse per la dirigenza “S” e di quelle per la dirigenza PTA, l’assegnazione può essere effettuata in base ad una quota media pro-capite per dirigente, tenendo anche conto che l’Amministrazione, in attuazione delle disposizioni del Ccnl , deve già aver costituito tutti i fondi separati per la dirigenza delle professioni sanitarie. Per il fondo delle condizioni di lavoro la distribuzione, per la dirigenza SPTA, deve essere effettuata tenendo conto della utilizzazione avvenuta nel tempo (straordinario, pronta disponibilità, ecc.).

Eseguita l’operazione della determinazione dei fondi relativi all’anno 2019, si deve procedere alla costituzione e destinazione dei fondi dell’anno 2020 sulla base delle nuove disposizioni contrattuali, in applicazione delle quali si devono – in particolare - tutelare e aumentare i livelli della retribuzione di posizione variabile aziendale.



Si.Na.F.O.
Largo Arenula, 11 - 00186 - Roma; Tel. +39 06 687 6408 Fax. +39 06 686 5479;
Email: info@sinafo.it PEC: segreterianazionale@pec.sinafo.it
C.F.: 80248750582